Ludwig

Heart speaks to heart

Poche chiacchiere…

2 commenti

«Pregando poi non blaterate come i gentili…» (Mt 6,7)

 

Non so se capita pure a voi di incontrare, talvolta, qualcuno che cerca di prestarvi attenzione quando parlate, ma che in realtà ha in testa già cosa deve dirvi indipendentemente da quello che avete detto… è una situazione odiosa, perché di finto ascolto: non interessa quanto sia importante quello che dite, ma quello che  deve dire quella persona (e spesso è uno sfoggio di inutile erudizione che non serve a nessuno).

 

Così a volte la nostra preghiera: ci illudiamo che siano formule magiche che, più ne diciamo, più il Signore ci ascolta.

Ma Gesù ci ricorda che alla fine stiamo solo blaterando, stiamo facendo solo un patetico monologo egoistico ed egocentrico, piuttosto che un dialogo.

 

Lo slogan “meno preghiere e più preghiera”, trova ragion d’essere in questa situazione “distorta”: se la preghiera è dialogo, a volte si parla, a volte si sta zitti ad ascoltare. A maggior ragione quanto più l’interlocutore ha una sua “autorità” tanto più lo stiamo ad ascoltare: è interessante notare come nel dialogo con Dio noi crediamo di avere più autorità e quindi lo sommergiamo di parole senza ascoltarlo.

 

Strano…

 

La preghiera, quella vera, è innanzitutto ascolto della voce del Padre e poi riposta nostra.

 

La preghiera, quella vera, come dice con una bella espressione il card. Walter Kasper, è «espressione di una esistenza debitrice».

 

La vera preghiera nasce dal silenzio dell’ascolto.

 

Annunci

2 thoughts on “Poche chiacchiere…

  1. Mi è capitato, non troppo tempo fa, di vivere una bellissima esperienza, che tutt\’oggi resta nel mio cuore, e che ci rimarrà per molto tempo, fino a quando avrò un briciolo di memoria: partecipare ad un campo estivo dove l\’ascolto era di base.
    Non mi ero mai chiesta come si facesse ad ascoltare, più che altro a percepire ciò che Dio volesse dirci.
    In una giornata in visita dai francescani ho colto l\’occasione per ascoltare e con me molte altre persone, una cosa meravigliosa, una meraviglia data dal non averci mai provato. Bisognerebbe solo mettere meno sotto i riflettori noi stessi e dare spazio a colui che in ogni caso ci ama!
    Chissà… Magari riesco a cambiare qualcosa non solo in me!!!

    Mi piace

  2. grazie…perchè quello che scrivi riesce sempre a farmi riflettere…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...