Ludwig

Heart speaks to heart


9 commenti

Dentro una casetta

Oggi è la sera del 7 dicembre, primi vespri della festa di Maria Immacolata.

E forse è la sera giusta per mettere un po’ di ordine tra i miei pensieri, per quello che ho vissuto nei giorni in cui sono stato fuori.

Loreto e una casetta.

Ed un brivido lungo la schiena.

Ho avuto la fortuna di celebrare messa dentro quella casa e, preso alla sprovvista, mi chiedono di leggere le letture del giorno… e mentre leggo un pensiero si fa strada, quasi schiacciandomi e lasciandomi senza fiato.

Mentre sto là a proclamare la Parola di Dio penso che tra quelle mura la stessa Parola che proclamo si è fatta carne. Tra quelle stesse mura più di 2000 anni dopo il Signore mi chiama a “prestargli” la voce per far risuonare ancora una volta la sua Parole tra quelle pietre…

E questo pensiero è stato abbastanza “immediato”.

Poi, il giorno dopo, mi ritrovo a pensare ad un’altra “assurdità”: in quella stessa celebrazione due “Amen”. Il primo è quello di Maria: al suo “amen” il Verbo dimora in lei.

Dopo più di 2000 anni un altro “amen”… il mio al momento della Comunione. Ed il Verbo dimora in me.

E penso: “DIO E’ COMPLETAMENTE FOLLE…!!!”.

FOLLE!

Comunque è stato bello parlare alla nostra Mamma ed affidarvi a Lei.

Tutti.

Nessuno escluso.

Un saluto ed un augurio in particolare a tutti i miei amici degli Oratori salesiani nel giorno del compleanno del nostro Oratorio: che la nostra Mamma risplenda sempre nella vostra vita come stella che porta a Gesù.

Un abbraccio a tutti.

Luigi

Annunci